ABOUT

about us

BIO

Angelo Ciccolo (Reggio Calabria, Italy, 1986) is an Italian architect and photographer.
After getting Scientific Diploma in 2005, he began university studies by enrolling at Mediterranea University, Department of Architecture in Reggio Calabria.
While at university, he got interests in photography and he began to develop a personal research on the Mediterranean landscape, architecture and its details.
In 2013, he participated in the contest video / photo "Visioni Sostenibili," promoted by Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, getting special mention and publication.
He graduated with a master thesis in architectural and urban composition entitled: ” On the issue of the “Parco dei Greci di Calabria: ”Design of a Cultural Center in the Borough of Bova (RC)."
From 2012 to 2014 he collaborated with Italian, Portuguese and Austrian architectural firms.
In 2015 he carried on a personal photographic research about industrial ruins of Ex Liquichimica in Joniche Saline (RC), work shown during the exhibition "Architecture In_Attesa", collective held in Cesena in October, 2015.
The issue related to the disused industrial structures, was developed together with the contribution of the work of Laura Gramantieri and Alessandro Garavini.
To be mentioned his participation in the group exhibition called “Unesco In Senso Stretto”, held in February, 2016, related to the promotion and enhancement of the landscape of the Strait of Messina.

“I started photographing architecture and details to document academic works produced during my university experience: it was so that I am passionate about photography dedicating part of the free time and starting to focus attention on issues that until then I had missed. The research that I carry out is inspired by the Mediterranean landscape and its views, in which light and matter are closely related.
Architectures and scenery, from urban to rural, living from this dichotomy and South Italy represents a significant laboratory.”



EXHIBITIONS

- April, 2016, “Il Mare Dentro” with Laura Gramantieri, Ravenna, Italy.
- February, 2016, “Unesco In Senso Stretto”, collective exhibition, Reggio Calabria, Italy.
- January, 2016, “Impermanenze”, collective exhibition, Ravenna, Italy.
- October, 2015, “Architettura In_Attesa” with Laura Gramantieri and Alessandro Garavini, Cesena, Italy.



AWARDS

- June, 2014, Next Landmark, Venice 2014. Floornature International Architecture And Urban Photography Contest
MENTION Category: Research - On the issue of the “Parco dei Greci di Calabria”: Design of a Cultural Center in the Borough of Bova (RC).
- March, 2013, Visioni Sostenibili - Pon Photo & Video Award 2013
MENTION Infra-Scapes, Santa Trada, Reggio Calabria, Italy.



Angelo Ciccolo (Reggio Calabria, 1986) è un architetto e fotografo.
Dopo aver conseguito il diploma scientifico nel 2005, intraprende il percorso universitario iscrivendosi presso la Facoltà di Architettura della Mediterranea di Reggio Calabria.
Durante gli studi si è avvicinato al mondo della fotografia, per la quale ha iniziato a sviluppare una ricerca personale sul paesaggio mediterraneo, l'architettura ed i suoi dettagli.
Nel 2013 ha partecipato al contest video / Photo “Visioni Sostenibili”, promosso dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti”, ricevendo una menzione speciale e la pubblicazione.
Si è laureato con una tesi in progettazione architettonica e urbana dal titolo: “Il Sistema del Parco dei Greci di Calabria: Progetto di un Centro Culturale nel Borgo di Bova (RC).”
Dal 2012 al 2014 ha collaborato con studi di architettura italiani, portoghesi e austriaci.
Nel 2015 ha portato avanti una personale indagine fotografica sui resti industriali dell’ex Liquichimica di Saline Joniche (RC), lavoro esposto durante la mostra “Architettura In_Attesa”, collettiva tenutasi a Cesena nel mese di Ottobre 2015.
Il tema legato alle strutture industriali in disuso, è stato sviluppato insieme al contributo dei lavori di Laura Gramantieri e Alessandro Garavini.
Da menzionare la partecipazione alla mostra collettiva “Unesco In Senso Stretto”, svoltasi nel mese di Febbraio 2016, legata alla promozione e valorizzazione del paesaggio dello Stretto di Messina.

"Ho iniziato a fotografare architettura e dettagli per documentare i lavori accademici durante la mia esperienza universitaria: è stato così che mi sono avvicinato al mondo della fotografia dedicando parte del tempo libero e iniziando a focalizzare l'attenzione su questioni fino ad allora non indagate. La ricerca che svolgo si ispira al paesaggio mediterraneo e ai suoi scorci, in cui la luce e la materia sono strettamente correlati. Architetture e paesaggi, da urbano a rurale, vivono di questa dicotomia e il Sud Italia rappresenta un laboratorio significativo."



MOSTRE

- Aprile, 2016, “Il Mare Dentro” con Laura Gramantieri, Ravenna, Italia.
- Febbraio, 2016, “Unesco In Senso Stretto”, mostra collettiva, Reggio Calabria, Italia.
- Gennaio, 2016, “Impermanenze”, mostra collettiva, Ravenna, Italia.
- Ottobre, 2015, “Architettura In_Attesa” con Laura Gramantieri e Alessandro Garavini, Cesena, Italia.



RICONOSCIMENTI

- Giugno, 2014, Next Landmark, Venice 2014. Floornature International Architecture And Urban Photography Contest
MENZIONE Categoria: Ricerca - Il Sistema del "Parco dei Greci di Calabria": Progetto di un Centro Culturale nel Borgo di Bova (RC).
- Marzo, 2013, Visioni Sostenibili - Pon Photo & Video Award 2013
MENZIONE Infra-Scapes, Santa Trada, Reggio Calabria, Italia.